Leggere

Versione completa

Non sei abbonato? Scegli un abbonamento
Miralago  Incidente F42ca
Foto Polizia cantonale dei Grigioni

Miralago: scontro frontale tra un’auto e una moto

Nella prima serata di lunedì a Miralago un’auto si è scontrata frontalmente con una moto. Il centauro è deceduto sul posto.

Un 39.enne italiano proveniente da Le Prese stava viaggiando sulla H29 in direzione di Brusio. Per motivi che l’inchiesta dovrà appurare, verso le 17.40, in località Miralago, l’uomo che lavora nei Grigioni, invadeva la corsia di mano scontrandosi frontalmente con una moto e successivamente con un’altra vettura. A causa del violentissimo impatto il centauro, sbalzato di sella, dopo un volo di quasi sette metri, finiva sulle rotaie della Ferrovia retica. Il 49.enne cittadino italiano decedeva sul posto a causa delle ferite riportate. Il conducente dell’auto, ferito leggermente, veniva trasportato con l’ambulanza all’Ospedale San Sisto di Poschiavo per essere medicato.  

Ferrovia e strada chiusa

Per consentire le operazioni di soccorso e procedere ai rilievi del caso, la linea  ferroviaria della Ferrovia retica (FR) come pure la strada del Bernina sono state temporaneamente chiuse. I treni hanno ripreso a circolare normalmente dopo circa un’ora. All’altezza del luogo dell’incidente è stato istituito provvisoriamente il senso unico alternato della circolazione. Sul posto anche un elicottero della Rega e tecnici dell’Ufficio tecnico dei Grigioni. La Polizia cantonale dei Grigioni ha avviato le indagini per appurare l’esatta dinamica dell’incidente.

Polizia cantonale dei Grigioni
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Commenta questo articolo


Codice di sicurezza
Aggiorna

avanguardia menghini 3c5c4

La Tipografia Menghini
stampa in Valposchiavo

Tipografia Menghini
Da sempre all'avanguardia

Il Grigione Italiano

Via Ponte San Bartolomeo
CH-7742 Poschiavo

T +41 81 844 01 63
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.