Leggere

Versione completa

Non sei abbonato? Scegli un abbonamento
Sponsor Jenny

210915 mbe GES WieGehtsDir online Banner 918x112px c9595

 

Concorso autunno in cornice cellulare 5f741

Foto Misoxer Kraftwerke  W 1000  H 0 73265

OIM: sì al risanamento dei deflussi residuali

Il Governo ha approvato il progetto delle Officine Idroelettriche di Mesolcina SA (OIM) concernente la realizzazione del risanamento dei deflussi residuali disposto. Una quantità di acqua sufficiente al di sotto dei prelievi d'acqua è necessaria per garantire le variegate funzioni naturali delle acque: come spazio vitale per animali e piante, quale elemento paesaggistico oppure per alimentare le acque sotterranee e per la degradazione di sostanze inquinanti. 
La decisione di risanamento delle OIM prevede portate di dotazione graduate a seconda della stagione presso la captazione d'acqua Valbella sulla Calancasca. Per attuare la decisione di risanamento le OIM realizzeranno una nuova condotta di dotazione con una cosiddetta chiusa di regolazione controllata dal flusso. Per garantire l'altezza di invaso necessaria per la dotazione, in caso di magra del corso viene utilizzato un muro della diga. La chiusa di regolazione e lo strumento di misurazione del flusso vengono integrati nel sistema di controllo delle OIM.
Già dal 1961 le OIM sfruttano la forza idrica della Moesa nonché dei suoi affluenti nell'alta Mesolcina per produrre energia elettrica. A tale scopo gestiscono complessivamente dieci prelievi d'acqua. Le concessioni esistenti scadono fra il 2041 e il 2043.

Ulteriori informazioni dell'Ufficio federale dell'ambiente relative ai deflussi residuali

Redazione 150
Governo GR
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Submit to FacebookSubmit to Twitter
Commenta questo articolo


avanguardia menghini 3c5c4

La Tipografia Menghini
stampa in Valposchiavo

Tipografia Menghini
Da sempre all'avanguardia

Il Grigione Italiano

Strada S. Bartolomeo 1A
CH-7742 Poschiavo

T +41 81 844 01 63
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.