Leggere

Versione completa

Non sei abbonato? Scegli un abbonamento
Peider 07 2e0f6
Ursula Tini, Annamaria Agnelli, Daria Bottacin-Ciocco e Daniela Parolini

Festa di San Péidér a Mesocco

28-06-2018

Le Società Riunite hanno promosso una giornata di piacevole intrattenimento che ha offerto cibo, musica, divertimento e buone occasioni per conoscere artigiani ed enti benefici del territorio.

Dopo i discorsi di inaugurazione del Presidente Michele Paparella si è dato il via ai festeggiamenti nella Cort del Pin già allestita, grazie ai componenti del Coro Armonia Elvetica e dei Samaritani alta Mesolcina, con bancarelle multicolori, tavoli e ombrelloni per il pranzo gestito dalla Corale di Mesocco e il palco dedicato alla bandella dei Quater Gatt e del gruppo Fredy e soci che hanno accompagnato i diversi momenti della festa. L’apprezzato rinfresco, organizzato dall'Associazione Femminile in collaborazione con il gruppo di Ginnastica Femminile, è stato condiviso tra chiacchiere e sorrisi, informazioni e acquisti fatti passeggiando per le bancarelle tra cui figuravano anche quelle dell’Eco della Curciusa che proponeva dolci e tortelli casalinghi il cui ricavato è stato utilizzato per sostenere le spese. La bancarella delle Società Riunite, invece, raccoglieva dolci fatti in casa offerti dalla popolazione locale per la raccolta di fondi da attribuire alla società benefica ospite che, quest’anno, era quella dei Volontari della San Vincenzo di Mesolcina e Calanca. La presidentessa Dora Bottacin-Ciocco si è detta lieta di poter partecipare alla manifestazione, offrendo in vendita benefica i manufatti provenienti dai volontari o da simpatizzanti dell’associazione, ma anche cogliendo l’occasione per poter divulgare le finalità e l’operato dei Volontari di San Vincenzo che nel Moesano sostengono dal 1985 varie realtà di precarietà famigliare. In particolare il loro intervento avviene su segnalazione di situazioni di emergenza economica da parte di chiunque ne venga al corrente: l’immediatezza dell’intervento può essere di grande sollievo in alcuni casi e permette a chi soffre di riprendere a sostenersi in modo autonomo. Molto spesso sono i Parroci e in particolare i Servizi Sociali che fanno le segnalazioni e quando si tratta di sostenere progetti più a lungo termine, come nel caso di aiuto a famiglie monoparentali o di ragazzi che appartengono a famiglie con problemi economici e necessitano di sostegno nello studio, I’Associazione può avvalersi dell’ausilio di altri Enti di assistenza come la Fondazione San Lucio di Massagno o la Fondazione Vismara Mazzuchelli di Porza (quest’ultima in particolare per famiglie monoparentali).

I volontari dell’associazione prestano anche un servizio disinteressato nella visita ai malati, nel trasporto per motivi sanitari o collaborando con istituzioni come il Tavolino Magico: l’associazione si mantiene con una tassa annuale versata dai soci sostenitori, la realizzazione di mercatini o di eventi culturali e grazie a donazioni e/o offerte spontanee. L’occasione della Festa di San Pèidèr è stata importante anche per poter raccogliere eventuali nuovi volontari che desiderino dedicare parte del proprio tempo ad aiutare il prossimo.

D’altra parte la festa di cui stiamo raccontando è proprio l’esempio di quanto bene si possa realizzare attraverso la collaborazione: persino i ragazzi del Coro dei Bambini di Mesocco hanno avuto la loro importante parte nell’organizzazione della zona dedicata alle attività ricreative dei più giovani. Tra i giochi di società e i coni di gelato artigianale, è stato emozionante vedere una signora attorniata da un bel gruppo di bambini accomodati su cuscini e coperte intenti ad ascoltarla mentre leggeva una storia. La semplicità è sempre efficace e ci riporta a una dimensione concreta, ricordandoci che le scelte che facciamo ogni giorno possono avere un importante influsso sul futuro del mondo: per esempio decidere di dare, almeno ogni tanto, il nostro contributo allo sviluppo del commercio dei prodotti a chilometro zero, acquistando il nostro prosciutto, il nostro formaggio e il nostro vino. Ci sono persone tra noi che lavorano la terra per vera passione, come nel caso di Nicolao Fuchs della Cantina ai Filat di San Vittore presente al mercatino di Mesocco, che grazie alla grande dedizione ha ottenuto con il suo Merlot d’assemblaggio risultati molto vicini ai massimi valori mondiali. E come per questo vino d’eccellenza, ci sono molti altri ottimi prodotti locali, alimentari e artigianali, che meritano di avere visibilità e riscontro. Altro merito delle Società Riunite di Mesocco, con il sostegno di Comune Politico e Comune Patriziale e con la sponsorizzazione del Ristorante Beer e della società AF Toscano, è stato proprio quello di offrire al pubblico la possibilità di avvicinarle.

E per concludere l’evento in bellezza, fino al 29 giugno – il termine di consegna è stato prorogato – tutta la popolazione è stata invitata a far pervenire agli organizzatori fotografie raffiguranti eventi o dettagli di Mesocco, Pian San Giacomo o San Bernardino. Le fotografie, esposte nella Sala Parrocchiale, verranno valutate da una giuria che la sera di venerdì 29 giugno prossimo aggiudicherà un premio alla migliore, alla conclusione dei festeggiamenti di San Péidér con il concerto del gruppo Vox Blenii e la cena a base di polenta, spezzatino e formaggio organizzata dall’associazione Armonia Elvetica.

Margherita Gervasoni
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Commenta questo articolo


Codice di sicurezza
Aggiorna

avanguardia menghini 3c5c4

La Tipografia Menghini
stampa in Valposchiavo

Tipografia Menghini
Da sempre all'avanguardia

Il Grigione Italiano

Via Ponte San Bartolomeo
CH-7742 Poschiavo

T +41 81 844 01 63
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.