Leggere

Versione completa

Non sei abbonato? Scegli un abbonamento
Sponsor Jenny

BAnner cellulare 55fe2

Palazzo Federale 36d5d

La Svizzera guarda all’esposizione nazionale

Successo per le quattro iniziative a favore dell'esposizione nazionale! Il Consiglio federale dovrebbe iniziare i lavori di preparazione della prossima esposizione nazionale prima del previsto. È quanto chiede una mozione adottata oggi dal Consiglio nazionale, dopo il Consiglio degli Stati. Muntagna, NEXPO, Svizra27 e X27, le quattro iniziative per la prossima esposizione nazionale, accolgono con favore la decisione odierna del Consiglio nazionale. Il Consiglio federale può ora portare avanti il suo impegno con il chiaro sostegno del Parlamento. La prossima esposizione nazionale potrebbe quindi tenersi già nel 2030. 

L'ultima edizione, Expo.02 ha unito la Svizzera e ha lasciato un segno nella memoria collettiva. Secondo il Parlamento, è giunto il momento di organizzare la prossima esposizione nazionale. Dopo il Consiglio degli Stati, oggi una chiara maggioranza del Consiglio nazionale ha espresso un chiaro ‘sì’ alla "mozione sull'esposizione nazionale". La mozione chiede al Consiglio federale di stabilire le condizioni quadro per la prossima esposizione nazionale, in modo che possa tenersi a partire dal 2030. Le iniziative per la prossima esposizione stanno attualmente discutendo di una possibile fusione. Se queste discussioni non si concluderanno, nell'estate del 2026 spetterà al Consiglio federale decidere quale iniziativa sarà selezionata e decidere le sue intenzioni di finanziamento entro la fine del 2026. 

Il Consiglio federale ha ora il compito di adempiere
"Con la decisione odierna, il Consiglio federale ha ricevuto un chiaro mandato, ma soprattutto il sostegno politico del Parlamento, per portare avanti in modo coerente la prossima esposizione nazionale", ha dichiarato l'ex consigliera federale Doris Leuthard, co-presidente del progetto Svizra27. Il Consiglio federale, insieme alla Conferenza dei governi cantonali (CdC), aveva già espresso una visione positiva della prossima esposizione nazionale nel 2022. In questo contesto, le varie iniziative hanno continuato a sviluppare i loro progetti, a realizzare studi di fattibilità e ad approfondire i lavori preparatori con la SECO. Tuttavia, ad inizio 2023, il Consiglio federale aveva inaspettatamente annunciato che avrebbe deciso di sostenere finanziariamente un'esposizione nazionale non prima del 2028, questo a causa delle ristrettezze finanziarie. La mozione approvata oggi chiarisce questo punto: la pianificazione deve iniziare già nel 2026, tenendo ovviamente conto della situazione finanziaria della Confederazione.

Importante decisione per le quattro iniziative 
Per le quattro iniziative progettuali - Muntagna, NEXPO, Svizra27 e X27 - questa decisione del Parlamento è di estrema importanza. Un ritardo nella decisione del Consiglio federale avrebbe potenzialmente significato la fine degli attuali progettidi esposizione nazioanle. Grazie alla mozione, il lavoro di preparazione svolto per anni dai Cantoni, dalle Città e dai Comuni, dall'economia, dalla cultura svizzera e dalla società civile potrà continuare. Corine Mauch, sindaco di Zurigo e presidente di NEXPO, l'iniziativa delle dieci maggiori città svizzere a sostegno dell'Expo, ha dichiarato: "Il know-how è preservato, gli investimenti sono protetti e il lavoro può continuare come previsto. Il viaggio continua! La signora Mauch si aspetta che il Consiglio federale intensifichi ora il suo impegno e getti rapidamente le basi per la prossima esposizione nazionale. Questo è anche nell'interesse del pubblico. Diversi sondaggi mostrano che anche la maggioranza della popolazione è favorevole a una futura esposizione nazionale. Il motivo principale è il rafforzamento della coesione sociale in tutte le regioni linguistiche. 
La collaborazione delle quattro iniziative di progetto segna un passo importante verso una prossima esposizione nazionale in Svizzera e dimostra l'impegno e la determinazione delle quattro iniziative di progetto. Esse sono convinte che una futura esposizione nazionale contribuirebbe alla coesione della Svizzera, incoraggerebbe il dibattito su come vogliamo vivere insieme e genererebbe grandi benefici per la Svizzera in termini di idee, cultura, turismo ed economia. 

Grigione Antonio Platz
Antonio Platz
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Submit to FacebookSubmit to Twitter
Commenta questo articolo


avanguardia menghini 3c5c4

La Tipografia Menghini
stampa in Valposchiavo

Il Grigione Italiano

Strada S. Bartolomeo 1A
CH-7742 Poschiavo

T +41 81 844 01 63
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.