Leggere

Versione completa

Non sei abbonato? Scegli un abbonamento
Sponsor Jenny

BAnner cellulare 55fe2

Palazzo Federale Berna A6318

350 donne a Palazzo federale per dibattere

L'indipendenza finanziaria è il tema centrale dell'incontro organizzato a Palazzo federale in occasione della giornata internazionale della donna. Vi partecipano oltre 350 donne
provenienti da tutte le regioni del paese, da tutti gli ambiti sociali e da tutti gli schieramenti politici su invio della presidente del Consiglio degli Stati Eva Herzog.
«Occorre portare avanti l'impegno per la parità e il dibattito su quale sia la via giusta per raggiungerla. Questo vale sia per la partecipazione sociale e politica sia per la carriera professionale e la libertà individuale", ha detto Herzog nel suo discorso di apertura.
Oggi le quote di partecipazione al mercato del lavoro di giovani donne e uomini sono simili, ma l'indipendenza finanziaria rimane una difficoltà importante per molte donne. La parità salariale non è ancora stata raggiunta e l'attività professionale femminile è ancora meno pagata rispetto a quella maschile.
Le donne che lavorano a tempo parziale sono il doppio rispetto agli uomini, soprattutto perché sono loro a svolgere la maggior parte del lavoro famigliare e di accudimento, e questo si ripercuote sul loro reddito e sulle loro pensioni. Al di là della scelta personale ci sono anche ragioni di natura sistemica che spingono a scegliere questo modello, come la disparità salariale, i costi della custodia dei bambini esterna alla famiglia, il diritto fiscale o il sistema pensionistico. Anche la presidente della Confederazione Viola Amherd ha sottolineato quanto sia importante per le donne considerare attentamente la propria situazione finanziaria al momento di prendere una decisione.
Per poter agire in modo libero e autodeterminato, le donne devonoessere finanziariamente indipendenti. "Il denaro significa potere.
E noi sappiamo gestire il denaro, e anche il potere!", ha concluso Eva Herzog. Alla tavola rotonda sull'indipendenza finanziaria hanno partecipato anche Anne Challandes, presidente dell'Unione svizzera delle donne contadine e rurali, Veronica Weisser, economista ed esperta di pensioni presso UBS, Isabel Martinez, docente del Dipartimento di gestione, tecnologia ed economia del Politecnico federale di Zurigo, e Sophie Revaz, membro della Direzione generale di Groupe Mutuel.
Proteggere meglio le donneParte della giornata è dedicata alla sicurezza e alla situazione a livello internazionale delle donne. "La Svizzera si adopera affinché le donne svolgano un ruolo attivo nella prevenzione dei conflitti e nei processi di pace, nella ricostruzione e nella riconciliazione dopo la fine del conflitto", ha dichiarato ancora la presidente della Confederazione. Al contempo le donne devono essere meglio protette, in particolare dalla violenza sessuale. Nel pomeriggio la presidente del CICR Mirjana Spoljaric approfondirà in una discussione la situazione delle donne a livello internazionale.
Le ex consigliere federali Ruth Metzler, Ruth Dreifuss e Simonetta Sommaruga, assieme alle imprenditrici Danièle Felley di Hélianthe Perspectives e Carolina Müller-Möhl, condivideranno le loro esperienze in materia di parità, esponendo il proprio punto di vista. La 92enne Rosmarie Michel, una delle prime donne a sedere nei grandi consigli di amministrazione in Svizzera, racconterà la sua carriera.

Redazione 150
Keystone-ATS
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Submit to FacebookSubmit to Twitter
Commenta questo articolo


avanguardia menghini 3c5c4

La Tipografia Menghini
stampa in Valposchiavo

Il Grigione Italiano

Strada S. Bartolomeo 1A
CH-7742 Poschiavo

T +41 81 844 01 63
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.