Leggere

Versione completa

Non sei abbonato? Scegli un abbonamento
Sponsor Jenny

210915 mbe GES WieGehtsDir online Banner 918x112px c9595

Compagnia Due E4a47 58572
©compagnia due

Si alza il sipario al Palazzo Castelmur

Il 23 e 24 luglio si riapre il sipario al Palazzo Castelmur, dove il Festival di teatro al Castelmur compie 15 anni.

Come ormai da tradizione il palazzo di Coltura in Val Bregaglia diventa per due giorni un luogo di aggregazione, divertimento e cultura. La manifestazione si svolge principalmente all’aperto e normalmente vi partecipano all’incirca 200 persone. L’evento si potrà quindi svolgere nel rispetto dei piani di protezione e di comportamento adeguati al contenimento del Coronavirus.

Gli spettacoli verranno ripetuti più volte per permettere a tutti gli spettatori di assistervi senza creare raggruppamenti troppo numerosi. Per questo motivo il programma presenta più spettacoli contemporaneamente, distribuiti in luoghi diversi attorno e dentro al Palazzo. Ogni spettatore, se lo desidera, avrà comunque la possibilità di vedere tutte le proposte. Per gli spettacoli presentati al chiuso si raccomanda l’uso della mascherina.

Il programma è composto da un insieme di spettacoli con poche parole, adatti ad un pubblico misto di adulti e bambini. L’edizione presenta diversi eventi, differenti tra di loro, per stile, linguaggio artistico e provenienza.

Quest’anno il festival è anticipato da un corso di teatro per bambini e ragazzi, i quali apriranno la manifestazione venerdì 23 luglio alle 19 con una breve presentazione del percorso fatto insieme al loro maestro teatrante e burattinaio Putxa. 

Putxa è il nome d’arte di José Antonio Puchades, artista spagnolo della compagnia Zero en conducta e oltre al corso di teatro ci presenterà il suo spettacolo «Nymio». «Nymio» è un assolo di teatro visuale durante il quale le dita prendono grande risalto senza dimenticare altri linguaggi come il mimo e la danza. Poesia visiva semplice che ha l'obiettivo di risvegliare l'amore per il piccolo, quello che non si vede, quello che è a portata delle nostre mani. Lo spettacolo dura 40’, ha girato il mondo ed ha vinto tre premi internazionali. Vi potrete assistere sabato 24 luglio alle 16, alle 18 e alle 20.30 nel salone del Palazzo Castelmur.

Venerdì 23 luglio, dopo l’apertura, abbiamo l’occasione di assistere a due spettacoli. Il primo è uno spettacolo organizzato e proposto dalla Pgi Bregaglia basato sulla storia de «Il piccolo principe». Per l’anniversario dei 15 anni del Festival la Pgi Bregaglia ha deciso di rinnovare la sua partecipazione proponendo uno spettacolo creato con le marionette create dall’artista bregagliotto Piero Del Bondio, ispirate al Piccolo Principe di Antoine de Saint-Exupéry.  Lo spettacolo proposto, volto a richiamare l’importanza del territorio, è stato concepito dal celebre marionettista Michel Poletti, creatore tra le altre cose del Festival internazionale delle marionette di Lugano e di un Museo a esse dedicato. Michel Poletti si presenterà con due marionettisti affermati come Vittorio e Rita Zanella (direttori artistici del Teatrino dell’Es di Bologna) e con due artisti della sua compagnia teatrale Musicateatro, l’attrice Margherita Coldesina e la compositrice Lucia Bassetti. Lo spettacolo dura 50’, viene presentato alle 19.30 e replicato alle 21.30 nel salone del palazzo Castelmur.

Il secondo spettacolo della serata è «Sonata per tubi», della compagnia italiana Nando e Maila, con Ferdinando D’Andria, Maila Sparapani e Marilù D’Andria. Si tratta di uno spettacolo di circo contemporaneo che ricerca le possibilità sonore di oggetti ed attrezzi di circo, trasformandoli in strumenti musicali. I tre artisti, due adulti e una ragazza, si esibiscono in un crescendo di canti polifonici, di danze e prove di coraggio, musicali e circensi, snodati su una trama che ci parla del passaggio dall’adolescenza alla vita da adulto. Nando e Maila è la prima compagnia di circo contemporaneo italiana e ha scelto di unire il linguaggio della musica, con il circo e il teatro. Lo spettacolo dura 50’, verrà presentato venerdì 23 luglio alle 19.30 e ripetuto sabato 24 luglio alle 16.

Sabato 24 luglio, oltre a «Nymio» e «Sonata per tubi» saranno presentati due spettacoli dedicati all’arte del clown. Il primo è «Clap!!!» della compagnia grigionese Paprika Royal, vicina di casa. Gli artisti hanno sede ha Sils Maria, da dove partono per le strade, le piazze e i festival di molti paesi d’Europa e oltre. Due clown acrobati, uno spazzino e il suo fedele bidone, ci portano nella terra della spazzatura e in frammenti poetici trasfigurano i nostri rifiuti: Riet è lo spazzino, si destreggia con la sua scopa, cammina in equilibrio sulle bottiglie, suona la tromba e altri oggetti recuperati nel bidone della spazzatura; Coco è il bidone della spazzatura, che fa trucchi, gira sulla ruota da circo e canta a più non posso. Lo spettacolo dura 45’ e sarà visibile alle 17.15 nel giardino del Palazzo Castelmur. In caso di pioggia questo evento sarà presentato nella palestra di Stampa.

Un altro spettacolo insigne al clown è «OH» della compagnia Due. La compagnia ha sede in Ticino, nei pressi dell’Accademia Teatro Dimitri, dove i due artisti, Andreas Manz e Bernard Stöckli, si sono formati e conosciuti. Lavorano insieme da oltre vent’anni: due sorprendenti giullari moderni, che con grande complicità, sensibilità ed esperienza al servizio dell’umore e della comicità mettono sottosopra il mondo… senza troppe parole!

Tra gli spettacoli, saremo deliziati dall’allegria dei Tacalà, gruppo musicale eclettico e creativo, che ripropone canzoni e balli della musica popolare tradizionale ticinese, lasciando spazio all’improvvisazione, alla creazione di brani propri e a musica di altri popoli. Tacalà significa «aggiungere», infatti al duo di base, composto da Giorgio Valli e Claudia Klinzing si possono aggiungere altri strumenti e voci a seconda della richiesta, della disponibilità, della situazione.

Un altro evento da vedere è «A teatro c’è un fotografo», una retrospettiva fotografica di una selezione di scatti fatti durante le prime 14 edizioni del festival da Corrado Marzullo, che con il suo sguardo attento e appassionato ha documentato la storia del festival. Le immagini saranno proiettate e si potranno acquistare in formato cartolina oppure stampate su alluminio.

Come ogni anno l’atmosfera si completa dalla presenza del bar e osteria del festival, gestito dal fedele gruppo di contadini, parte integrante del festival, che ci deliziano con squisiti prodotti della valle.

Il festival è organizzato dall’ Associazione Festival di Teatro al Castelmur (www.festivalcastelmur.ch). La realizzazione e la buona riuscita del Festival di teatro al Castelmur sono dovute al prezioso aiuto dei volontari che da sempre sostengono il festival, alla collaborazione con la PGI-Bregaglia, al lavoro degli operai comunali e al sostegno degli enti finanziatori che si ringraziano sentitamente e che teniamo a menzionare: Comune di Bregaglia, Swisslos/Promozione della Cultura Cantone Grigioni, Regione Maloja, Boner Stiftung, Stiftung Dr. Valentin Malamoud, Pro Helvetia, Migros Kulturprozent, Fondo contributi Banca Cantonale Grigione, Willi Muntwyler-Stiftung, la Biblioteca Engiadinaisa e l’EWZ.

Il costo di entrata per il biglietto singolo gli adulti è di 15 franchi, l’abbonamento costa 45 franchi. Studenti apprendisti, AVS e AI godono di un prezzo ridotto sugli abbonamenti che pagano 25 franchi. I bambini dai 0 ai 5 anni hanno diritto all’entrata gratuita mentre i bambini dai 5 ai 16 anni pagano 5 franchi per il biglietto singolo e 10 franchi per l’abbonamento. Da quest’anno c’è l’abbonamento famiglia al prezzo di 100 franchi.

In caso di cattivo tempo gli orari di inizio degli spettacoli potranno variare leggermente per permettere agli spettatori di spostarsi da un luogo all’altro. L’organizzazione ringrazia per la comprensione.

 

Per prenotazioni e informazioni:

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

0041 (0) 77 490 12 73

www.festivalcastelmur.ch

Redazione 150
Comunicato stampa
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Submit to FacebookSubmit to Twitter
Commenta questo articolo


avanguardia menghini 3c5c4

La Tipografia Menghini
stampa in Valposchiavo

Tipografia Menghini
Da sempre all'avanguardia

Il Grigione Italiano

Strada S. Bartolomeo 1A
CH-7742 Poschiavo

T +41 81 844 01 63
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.