Leggere

Versione completa

Non sei abbonato? Scegli un abbonamento
Sponsor Jenny
Municipio Bregaglia Promontogno 1711c
Il municipio a Promontogno

Bregaglia: si è riunito lo Stato maggiore

Lo Stato maggiore di condotta comunale del Comune di Bregaglia si è riunito la prima volta martedì 10 marzo per una valutazione della situazione attuale e di proposte per la disposizione di misure precauzionali e d’urgenza. All’incontro erano presenti anche i vertici del Centro sanitario Bregaglia e della Commissione scolastica. Lo Stato maggiore di condotta comunale si riunirà regolarmente durante le prossime settimane per valutare l’evoluzione della situazione e se necessario intervenire con misure precauzionali e/o d’urgenza. Da subito verrà intensificata la comunicazione con la popolazione, le aziende, la Regione Maloja e i Comuni della vicina Italia. Al momento, confermano dal CSB, non sono stati segnalati contagi in Val Bregaglia. Ci sono stati alcuni casi di cittadini che hanno presentato dei sintomi sospetti, ma l’esito delle analisi è stato, fortunatamente, negativo. Al CSB sono disponibili alcune camere per accogliere pazienti affetti da coronavirus, ma in condizioni non gravi. In caso di complicazioni, invece, è previsto il trasferimento in altri ospedali. Una questione molto rilevante è quella dei frontalieri. Per la struttura di Spino la presenza dei lavoratori residenti in Valchiavenna è determinante, soprattutto per i ruoli che necessitano di persone qualificate nell'ambito delle cure.  «L’eventualità di ulteriori limitazioni alla circolazione delle persone allo stato attuale non può essere esclusa e provocherebbe dei problemi molto rilevanti – premette il presidente della Commissione d’amministrazione Maurizio Michael -. Stiamo valutando le possibili soluzioni per potere gestire un eventuale scenario di questo tipo».  L'ipotesi più accreditata è quella di valutare la disponibilità degli operatori italiani impiegati nell’ambito delle cure nel Centro sanitario Bregaglia a rimanere in Svizzera. Proprio come suggerito, ieri, dalla Comunità montana della Valchiavenna ai frontalieri. Sono attivi anche i contatti del CSB con le autorità cantonali, «per valutare eventuali opportunità nel complesso del sistema grigionese». Intanto stamattina alla dogana di Castasegna si sono formate lunghe code di auto per i controlli dei permessi di lavoro dei frontalieri.  

Stefano Barbusca
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Submit to FacebookSubmit to Twitter

Commenta questo articolo


Codice di sicurezza
Aggiorna

avanguardia menghini 3c5c4

La Tipografia Menghini
stampa in Valposchiavo

Tipografia Menghini
Da sempre all'avanguardia

Il Grigione Italiano

Via Ponte San Bartolomeo
CH-7742 Poschiavo

T +41 81 844 01 63
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.