Leggere

Versione completa

Non sei abbonato? Scegli un abbonamento
Autopostale 6af57

Trucchi contabili AutoPostale

I trucchi contabili di AutoPostale diventano un caso politico: mentre la consigliera federale Doris Leuthard non nasconde la sua delusione, chiedendo che sia fatta piena luce sulla vicenda, vi è chi chiede la testa della direttrice della Posta Susanne Ruoff.

"Sono delusa riguardo al modo di operare di AutoPostale", afferma Leuthard in una presa di posizione, aggiungendo di aspettarsi ora che sia chiarito ogni aspetto del caso. A questo scopo gli organi coinvolti devono inviare la documentazione completa al Dipartimento dei trasporti per le necessarie verifiche. Secondo la consigliera federale PPD le aziende parastatali sono comunque tenute a fungere da esempio nel modo in cui gestiscono denaro pubblico e devono tenere conto degli interessi del contribuente e dei clienti.

Ancora più netta è l'opinione del capogruppo socialista alle Camere federali Roger Nordmann, secondo cui la direttrice Ruoff - che potrebbe essere stata conoscenza dei raggiri contabili - "non è più sostenibile". La fiducia è ormai venuta a mancare, ha aggiunto ai microfoni di radio SRF. Anche la collega di partito Edith Graf-Litscher (PS/TG), che presiede la commissione dei trasporti del Nazionale, parla di "dicke Post", di una notizia sgradevole.

Fuoco contro la manager ai vertici dell'azienda postale arriva anche dallo schieramento borghese. "Se è vero quello è emerso, deve essere sospesa fino a quando l'inchiesta non sarà conclusa", afferma il consigliere nazionale Ulrich Giezendanner (UDC/AG).

Più sfumati sono gli interventi di esponenti radicali e popolari-democratici. Per il consigliere nazionale Martin Candinas (PPD/GR) "prima bisogna sapere esattamente cosa è successo", ha detto all'ats. Solo in seguito si potrà parlare di conseguenze personali. Non è il compito della politica chiedere siluramenti, tanto meno sulla base di un articolo di giornale, ha puntualizzato.

Secondo il consigliere nazionale Thierry Burkart (PLR/AG) la Posta deve ricostruire l'accaduto in dettaglio; in un secondo tempo vanno tratte le conseguenze a livello personale; il terzo passo sarà poi l'elaborazione a livello politico dell'accaduto, vale a dire rispondere alla domanda "cosa possiamo fare, affinché questo modo di operare non si ripeta?".

Intanto si è mosso anche il consiglio di amministrazione (Cda) della Posta: tenuto conto della situazione gli esperti incaricati dell'indagine esterna riferiranno direttamente al presidente Urs Schwaller, si legge in una nota interna. Schwaller - che in passato è stato consigliere agli Stati (PPD/FR) - è in stretto contatto con
Ruoff, viene precisato. Sulla base dei risultati dell'inchiesta in corso, il Cda deciderà rapidamente sui prossimi passi da intraprendere.

Grigione Ats
ATS
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to Twitter

Commenta questo articolo


Codice di sicurezza
Aggiorna

avanguardia menghini 3c5c4

La Tipografia Menghini
stampa in Valposchiavo

Tipografia Menghini
Da sempre all'avanguardia

Il Grigione Italiano

Via Ponte San Bartolomeo
CH-7742 Poschiavo

T +41 81 844 01 63
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.